Beppe Grillo svela il programma M5S sulla scuola del futuro Beppe Grillo svela il programma M5S sulla scuola del futuro
Finalmente viene svelato il programma del M5S sul versante della scuola da parte di Bebbe Grillo. Parecchi gli spunti: smantellamento completo della riforma scolastica... Beppe Grillo svela il programma M5S sulla scuola del futuro

Finalmente viene svelato il programma del M5S sul versante della scuola da parte di Bebbe Grillo. Parecchi gli spunti: smantellamento completo della riforma scolastica attuale denominata Buona Scuola e abolizione totale della legge del 2000 sulle scuole paritarie. Alcune scelte normative verranno votate direttamente dagli attivisti grillini sulla piattaforma Roussou.

Il sistema scuola secondo M5S: “pubblica e statale, gratuita, democratica, aperta, inclusiva e innovativa”

Secondo quanto riportato da Beppe Grillo sul suo blog, la scuola dovrà essere: “….. pubblica e statale, gratuita, democratica, aperta, inclusiva e innovativa”. Questo è quello che si legge a chiare lettere tra le righe dell’articolo pubblicato in queste ore sul portale ufficiale M5S. Il testo prosegue: “Vogliamo promuovere la costruzione di una società aperta e solidale, ispirata ai valori di umanità, uguaglianza, tolleranza e civiltà su cui si fonda la nostra Costituzione”. Di fatto, il movimento politico grillino annuncia una vera e propria consultazione online relativa al programma che riguarda la scuola futura.

Nel dettaglio i programmi futuri del M5S su questa tematica riguarderanno anche la costruzione di nuovi edifici scolastici, sicuri e spaziosi, ambienti adeguati alla didattica, oltre, chiaramente, ad insegnanti valorizzati e motivati; insomma, capaci prima di tutto di offrire a tutti gli alunni le medesime opportunità. A proposito delle risorse economiche necessarie per realizzare tutto questo, nel comunicato Beppe Grillo precisa: “Per raggiungere questi obiettivi, la spesa pubblica per l’istruzione, a medio termine, deve essere innalzata dal 7,9% di oggi al 10,2% della media europea”.

Oltre alla pubblicazione del Programma sulla scuola il M5S proporrà ai cittadini anche una consultazione su: priorità risorse e investimenti nella scuola

La consultazione che il M5s proporrà ai suoi iscritti pone l’accento su due prime questioni legate all’abolizione delle scuole paritarie, in particolare quella riguardante la necessità di stabilire un ordine di priorità nell’assegnazione delle risorse. La prima domanda sarà: “E’ giusto tutelare la gratuità della scuola dell’obbligo e ridestinare alle scuole statali le risorse attualmente stanziate per le scuole paritarie? La seconda domanda, invece, si occuperà più precisamente della totale abolizione della legge del 2000 che ha, di fatto, istituito la parità scolastica.

Infine, il M5S porrà un ulteriore domanda ai pentastellati che riguarderà l’investimento di nuove risorse, in particolare: “… vi chiediamo su che cosa volete investire prioritariamente nuove risorse: ridurre il numero degli alunni per classe, ripristinare il tempo pieno oppure reinserire le materie depotenziate dalla Gelmini e introdurre nuovi insegnamenti”.

In una sola parola: Beppe Grillo vuole smantellare, punto per punto, la Buona Scuola di Matteo Renzi

Il MoVimento 5 Stelle vuole “una scuola che non umilia ma incoraggia, che non annoia ma incuriosisce e che mette al centro le potenzialità e le inclinazioni di ognuno. Ma, al contempo, una scuola che non svuota e non parcellizza il sapere e le conoscenze fondamentali che sono alla base della nostra umanità e della nostra cultura: su tutto questo – conclude Grillo – vi esprimerete con il quinto quesito”.

Luciano Mondello

Luciano Mondello svolge l'attività di libero Professionista (Architetto) dal 1997. E' titolare dell'omonimo Studio di Architettura, Urbanistica e Design.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *